Dolori articolari, addio!

Le erbe officinali che alleviano i disturbi reumatici

Dolori articolari, addio!

I reumatismi: si tratta di disturbi ricorrenti che interessano le articolazioni, le ossa, la muscolatura, le vertebre e le terminazioni nervose. Una mobilità ridotta e dolori invalidanti sono le dirette conseguenze dei disturbi reumatici. Sebbene al giorno d’oggi la medicina tradizionale prometta di ridurre il dolore causato da tali disturbi, non vanno sottovalutate le virtù terapeutiche di Madre Natura!

 

Le erbe officinali contro i disturbi reumatici

L’ortica, grazie alle sostanze in essa contenute, quali i flavonoidi, i carotenoidi, le vitamine e i sali minerali, ha un effetto antinfiammatorio e drenante. La corteccia del salice e l’olmaria rappresentano, invece, un antidolorifico naturale. Ciò è dovuto al loro contenuto di acido salicilico. La calendula è in grado di alleviare i dolori e di rafforzare i tessuti, l’arnica, invece, contrasta le infiammazioni e il rosmarino attiva la circolazione sanguigna e di conseguenza rafforza anche le articolazioni. Queste erbe officinali rappresentano un metodo casalingo per contrastare dolori lievi oppure possono essere affiancate ad un trattamento medico tradizionale ed aiutare contro i disturbi reumatici. Solitamente le erbe officinali vengono assunte sotto forma di tè o usate come oli da bagno e tinture. Le gettate di vapore caldo a base di erbe e gli impacchi confermano gli effetti terapeutici di queste piante officinali. Anche le foglie del cavolo portano sollievo in caso di dolori articolari: basta semplicemente appiattirle, appoggiarle sulla parte del corpo in cui è localizzato il dolore, fissarle e già dopo qualche ora si riscontreranno i primi effetti benefici.

 

Il pino mugo

Il pino mugo, pianta autoctona delle montagne del centro Europa, è un vero toccasana nel caso di dolori muscolari, articolari e alle ossa. Questa pianta, infatti, favorisce la circolazione sanguigna ed accelera il metabolismo. Inoltre, proprio grazie alle sostanze che la compongono, risulta essere un ottimo antinfiammatorio ed è in grado di sciogliere il muco. È applicabile sotto forma di unguento, olio da bagno, sciroppo per la tosse, caramelle per la gola e olio eterico. Soprattutto se si soffre di disturbi reumatici è consigliato l’uso di oli etericiunguenti e gel a base di pino mugo. Anche il nuovo prodotto di Bergila, il Rheumo Natural Bio, sfrutta le proprietà del pino mugo, ovvero dei suoi germogli. Proprio come vuole la gemmoterapia, infatti, sono i germogli di questa pianta medicinale alpina ad essere la componente principale di tale estratto vegetale.

 

Un breve excursus nella gemmoterapia

La gemmoterapia è stata sviluppata dal medico omeopata belga Pol Henry (1918–1988). Questa medicina naturale utilizza nella terapia umana i principi attivi dei germogli vegetali appena sbocciati e degli apici vegetativi nei quali, secondo le ipotesi successivamente dimostrate dagli studi del medico belga, è contenuto l’intero materiale genetico delle piante. Secondo la gemmoterapia dai germogli si estrae il macerato glicerico che, in base a studi naturopatici, aiuta l’organismo a ripristinare l’equilibrio e allo stesso tempo ad espellere sostanze nocive e a neutralizzare funzionalità scorrette. Attraverso la concomitante alterazione delle proteine plasmatiche vengono rinforzate anche le difese immunitarie.

 

La forza dei germogli contro i dolori

Anche noi, per produrre il Rheumo Natural Bio, abbiamo fatto tesoro delle proprietà dei germogli. Le straordinarie virtù terapeutiche del pino mugo possono avere un effetto estremamente benefico sulle parti del corpo interessate, riducendo i dolori e i disturbi reumatici. L’estratto ottenuto dai germogli di pino mugo è in grado di ri-mineralizzare le cartilagini e le articolazioni e di aumentare la mobilità delle ultime. Gli effetti sono evidenti, in particolar modo in caso di dolori alle spalle, alle ginocchia e ai fianchi, ma anche alle articolazioni minori. Nel Rheumo Natural Bio la forza delle gemme di pino mugo è potenziata dai fiori di olmaria e dai frutti di rosa canina. I primi hanno un effetto antidolorifico e antinfiammatorio, i secondi, invece, si contraddistinguono per il loro alto contenuto di minerali e di oligoelementi, tra i quali il potassio, il magnesio, il calcio, il fosforo e la vitamina C.

Rheumo Natural Bio va assunto per via orale per un periodo che va dai due ai tre mesi. Si consiglia di assumere 15 gocce diluite in acqua due volte al giorno. Nel caso in cui i benefici siano evidenti prima del termine del ciclo, è possibile ridurre la dose e la frequenza.


Condividi

Promo online di Natale

Promo online di Natale

A partire dal 02. Novembre Bergila ti fa un regalo su un acquisto online. Effettuando un ordine fino a 75 € riceverai in omaggio il nuovo stick labbra bio. Per un ordine oltre i 75 € il nuovo stick labbra bio e una tazza Bergila. Promozione valida su un ordine unico entro il 31.12.2018. Spese di spedizione escluse.